Contrappunti

3,85

Anno 2011
Lingua Italiano
Autore Fabio Fracas e Federica Castellini
Editore Dbooks.it
Email
COD: 001-0059 Categorie: ,

Descrizione

Perché scrivere poesia proprio in questi anni
nei quali la scienza sembra riuscire a dare
risposte concrete alle domande fondamentali?

Perché anche la poesia, proprio come la scienza,
cerca di placare la sete di conoscenza dell’uomo.
Ma da un altro punto di vista:
quello dei sentimenti e delle emozioni.

La scienza dà risposte certe o che sembrano tali.
La poesia è una spirale di domande che ci solleva verso l’alto.

Verso l’infinito.

Ogni volta che un verso viene scritto,
ogni volta che un verso viene letto
cambia il nostro sguardo su noi stessi e sul mondo
E scopriamo o riscopriamo, qualcosa di nuovo.

La poesia piega il linguaggio a compiti
che non si era ancora prefisso.
Crea nuovi strumenti letterari che gli consentano
di raggiungere quegli scopi che costantemente gli sfuggono.

Il poeta, come provetto alchimista,
reinventa accostamenti significativi di suoni.
Come un contadino ara la terra delle parole
per portarne in superficie gli strati più profondi.
Per ricordare e rinnovare, l’humus degli avi.

Il poeta non si domanda quali leggi fisiche regolino l’universo.
Semplicemente contempla il firmamento e cerca di interpretarne i messaggi.
Quando termina l’opera, come uno scolaro inerme e riconoscente,
ammira il nucleo della propria poesia come fosse un diamante.
Non gli importa sapere quante atmosfere di pressione
abbiano pressato il carbonio originario né per quanto tempo.

La luce che lo colpisce e lo attraversa gli dà gioia.

E lo farà per sempre.

Gli autori

Federica Castellini

Nata e cresciuta a Padova, città dove attualmente vive, ha pubblicato due raccolte di racconti, a cura dell’editore Firenze Libri: “ La gara” e “Vendette e tempeste”. Ha lavorato al catalogo del pittore padovano Mauro Bazza, inserendo delle poesie accanto alle sue opere, e sue composizioni sono state inserite in varie antologie collettive. Nel 2004 ha fondato, con Fabio Fracas, la scuola di narratologia MacAdam – MacAdemia di Scritture e Letture dove attualmente insegna fondamenti di scrittura e tecnica poetica.

Fabio Fracas

Nato a Sestino nel 1967 vive attualmente a Padova. Autore, editor, poeta e giornalista si occupa di letteratura dal 1988 e ha pubblicato sia opere di poesia: “Lunghi viaggi in spazi brevi” (dbooks.it 2010); sia testi d’avventura e libri gioco: “L’ultimo drago” (Nexus Editore, 1996), “Minaccia su Gorm” (De Agostini, 2009), “Tutto Planet 51” (De Agostini, 2010); sia racconti: “Mezze stagioni” (Il giallo Mondadori, 2010); sia fumetti: “Arthin” (Stratelibri, 2007); sia, infine, opere per il teatro “La cena dei serpenti” – con David Conati – (2006) e “Un lavoro pulito” con I MacAdemici (2009). Ha ricevuto vari premi letterari e riconoscimenti: 1998, vincitore del “Concorso letterario nazionale Arci”; 1999, vincitore del “Miglior gioco italiano al Best of Show, Lucca Games”; 2004, vincitore del “Premio nazionale Rolando Editore, Premio Partenope per la narrativa”; 2004, segnalato al “Premio nazionale di poesia Tina Accardi”. Ha pubblicato propri testi anche in raccolte collettive sia di prosa sia di poesia. Nel 2004, assieme alla poetessa padovana Federica Castellini, ha fondato la scuola di scrittura MacAdam – MacAdemia di Scritture e Letture di Fabio Fracas. Attualmente collabora con varie testate giornalistiche, pubblica per diverse case editrici italiane e affianca al lavoro autoriale quello come editor e traduttore, dall’inglese e dal tedesco.

Formato: PDF

Scarica l’anteprima gratuita di Contrappunti

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Contrappunti”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.