Il ritratto scomparso

5,90

Dalla recensione di Caterina Falconi pubblicata in LIBROGUERRIERO:

Una serie di orrendi delitti è perpetrata nella zona francofona del Belgio. Bambine bionde rapite, violate e uccise a bastonate sono rinvenute abbandonate come fantocci nei boschi. I crimini vengono commessi, con una macabra ritualità, a distanza di cinque anni l’uno dall’altro. Un mortifero anniversario celebrato da un inafferrabile psicopatico.

Adrienne Lecrouet, pittrice sessantenne quotata e ritrattista contesa nell’alta borghesia lussemburghese, amata dall’aristocrazia, celebre in Francia, artista dotata di straordinaria sensibilità e segnata da un antico dolore, si trova suo malgrado risucchiata per la seconda volta nei luoghi degli omicidi…

L’avvincente narrazione diacronica con flashback del passato inerenti ai crimini e brevi incursioni nella mente dell’assassino, Patrizia Debicke  prende il lettore per mano e con il garbo dei suoi personaggi lo introduce in un mondo sontuoso che frastorna per la bellezza delle lussuose abitazioni e della natura circostante, con i suoi boschi profondi, le radure, le nicchie riparate da un intrico di vegetali, i suggestivi castelli sullo sfondo. In quello scampolo di terra, incastonato nel Belgio francofono sotto un cielo intensamente azzurro che riaffiora terso dopo ogni temporale, il male si risveglia e spia le gentili famiglie insediate. Sorveglia con animalesca cupidigia la piccola Marianita, figliastra di Charles de Massenet, tanto simile alle bambine stuprate e finite a bastonate, si rintana dentro inaccessibili nascondigli.

Email

Descrizione

Adrienne Lecrouet è una rinomata pittrice, sublime ritrattista, capace di fissare sulla tela l’anima e la vita dei suoi soggetti, con i quali stabilisce un legame intimo e profondo. Sarà proprio un ritratto a coinvolgerla nelle vicende della famiglia de Massenet, colpita da una tragedia destinata a segnare in maniera indelebile la vita dei suoi componenti. E sarà proprio indagando sulla scomparsa di uno dei suoi ritratti che Adrienne metterà in moto una catena di eventi che riporteranno alla luce terribili segreti sepolti da anni e obbligheranno i protagonisti a fare i conti con il proprio passato e a cercare di trovare, finalmente, la serenità che meritano. Per alcuni di loro, però, il prezzo da pagare sarà molto alto…

Il ritratto scomparso è un romanzo che colpisce per la sobria eleganza dello stile, la trama articolata ma allo stesso tempo chiara e ben congegnato e la galleria di personaggi complessi e affascinanti, ai quali l’autrice si affida per dare vita a una storia che mescola le atmosfere e i colpi di scena del giallo d’autore con il racconto delle vicende sentimentali che punteggiano un racconto che non perde mai di mordente.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il ritratto scomparso”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *